Più cyber sicurezza per la Gran Bretagna

La Gran Bretagna si sta muovendo nella direzione di rafforzare i suoi apparati di cyber sicurezza. A dirlo è Ciaran Martin, il nuovo numero uno del NCSC, il National Cyber Security Center britannico, il centro nato per difendere le infrastrutture critiche e governative da attacchi informatici. Un ottavo del prodotto interno lordo del Regno Unito proviene dall’economia digitale, la percentuale più alta del gruppo del G20 delle economie industrializzate. Proteggere le transazioni on-line, garantire la crescita economica e proteggere la sicurezza nazionale sono tutte priorità del governo inglese a detta di Martin. A maggior ragione dopo l’annuncio che è aumentato di circa il doppio il numero dei cyber incidenti che hanno messo in pericolo la sicurezza nazionale, per un totale che si aggira intorno a circa 200 al mese.Si tratta di violazioni che spesso utilizzano tecniche non molto sofisticate, come dimostra l’attacco subito dalla società di telecomunicazioni TalkTalk, che ha visto in campo una tecnica che risale alla fine degli anni ’90. Attacchi semplici dal punto di vista tecnico, ma che stanno facendo un sacco di danni.

Fonte: LineaEDP.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.