Containers Tips: il pattern Sidecar

containers-sidecar

Nell’ambito dello sviluppo software, talvolta, può essere necessario suddividere i componenti di un’applicazione (presenti sulla stessa macchina) su due differenti container.

Lo scopo dei container è quello di isolare i processi in modo da poterli eseguire in maniera indipendente stabilendo un confine tra gli stessi.

Tale suddivisione potrebbe essere necessaria a causa dell’utilizzo di differenti risorse (resource isolation), di differenti gruppi di sviluppo (team ownership) o di funzionalità diverse (separation of concerns).

In questo caso, si può utilizzare il pattern “sidecar”: questo modello si compone di un’applicazione principale ed una secondaria (sidecar) che offre funzionalità di supporto per l’applicazione padre. Il sidecar condivide anche lo stesso ciclo di vita dell’applicazione padre, poiché viene creato e ritirato insieme al padre.

Per approfondire l’argomento ti suggerisco il seguente libro in lingua inglese:

designing-distributed-sistems

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.