Archivi categoria: notizie

Ces 2019, Lg sorprende con la tv arrotolabile

ces-logo.jpg

Quest’anno al CES di Las Vegas, tra gli annunci più importanti,  vi è quello della produzione di serie del tv arrotolabile Lg Signature Oled Tv R, già presentato come prototipo lo scorso anno. Il suo schermo extra large da 65 pollici spesso come un foglio di cartone è in grado di arrotolarsi completamente all’interno della propria base e scomparire. In posizione intermedia, ovvero con solo una piccola striscia di schermo che spunta dalla base, si possono gestire attività specifiche che non richiedono lo schermo completo. Per esempio controllare l’ora o il meteo, o mostrare le foto condivise dallo smartphone. Con lo schermo totalmente chiuso, si può ascoltare e gestire la musica e il Tv R Lg diventa un oggetto d’arredamento.

[fonte: wired.it]

De Chirico in mostra a Genova


A Genova nella magnifica cornice di Palazzo Ducale si terrà dal 29 marzo al 7 luglio 2019 la mostra Giorgio de Chirico. Il volto della Metafisica, curata da Victoria Noel-Johnson.La rassegna propone 90 opere realizzate durante l’intero arco della carriera dell’artista, ed è la prima dedicata al pictor optimus a Genova da oltre 25 anni. Intende promuovere l’interpretazione che l’intero corpus artistico di de Chirico sia metafisico.

[Fonte: arte.it]

Giocando a Fortnite guadagna fino a 10 milioni di dollari l’anno ma…

fortnite

E’ Tyler Blevins alias Ninja ed ha ucciso (virtualmente) quasi 100 mila avversari giocando on-line a Fortnite.

Il 70 per cento viene dagli introiti pubblicitari dei canali di YouTube (Google) e Twitch (Amazon): sul primo ha un pubblico di 20 milioni di persone, mentre le partite in diretta del secondo, dove è seguito da 12 milioni di appassionati, contano su 40 mila spettatori che pagano un abbonamento per guardarlo.

Non si tratta solo di saper giocare quindi, ma anche di saper intrattenere mentre si gioca.

Ma il prezzo da pagare è alto! Infatti, Tyler resta collegato ben 12 ore al giorno tutti i giorni. Quest’anno ha passato dentro Fortnite 4000 ore: sei mesi tondi tondi a stretto contatto con i suoi fan per un anno. Vale 10 milioni di dollari, ma non è una vita facile. Un successo del genere d’altra parte non si improvvisa dall’oggi al domani.

[fonte: Repubblica.it]

Cybersecurity ecco le tendenze per il 2019

cyber-criminal

Dal report “Cybersecurity trends 2019: privacy and intrusion in the global village” redatto da Eset si evidenziano le seguenti tendenze:

Cryptojacking: il processo tramite il quale un dispositivo viene illegalmente sfruttato dai criminali per “generare” criptovalute.

Automazione e social engineering: aumento nell’uso dell’automazione e dell’apprendimento automatico da parte dei cybercriminali.

IoT: si prevede un incremento di attacchi verso i dispositivi intelligenti e gli assistenti di domotica.

Per approndire il tema leggi il report su Eset.com

Per approfondire il tema della sicurezza informatica ti suggerisco la seguente lettura:

Hacker Manuale Difensivo

Hacker Manuale Difensivo

Blockchain, rivoluzione in atto!

blockchain

Lo scorso anno il Parlamento Europeo ha approvato una Risoluzione che riconosce il potenziale innovativo della tecnologia Blockchain.

Ogni giorno un’analisi di mercato mette in luce numeri impressionanti sulla diffusione degli investimenti in tecnologie Blockchain.
Siamo ancora in fase esplorativa e conoscitiva, ma questo trend verso la decentralizzazione non si può sottovalutare.

Dopo un periodo di grande attenzione mediatica, e di confusione sulle sue reali potenzialità, alcune aziende stanno inziando ad utilizzare e sperimentare tecnologie Blockchain & Distributed Ledger in maniera più concreta. [Leggi gli articoli]

Qual è l’assistente vocale più “intelligente”? 

A provare a rispondere a questa domanda, per il secondo anno, è Loup Ventures, società di venture capital che ha messo sotto torchio Assistente Google, Cortana, Siri e Alexa.
I parametri testati, con ben 800 prove per assistente, sono stati capacità di comprensionedella richiesta e quella di fornire risposte corrette, ovviamente in lingua inglese e su dispositivi specifici: Google Home, Apple HomePod, Amazon Echo e Harmon Kardon Invoke con Cortana.

Google Home batte Alexa, Cortana e Siri in questa “battaglia degli speaker”

[continua a leggere su smartworld.it]