Pinterest acquista Instapaper

Shopping nei media per il social network Pinterest che acquisisce Instapaper. Con questa mossa, il social network visivo, che in Italia ha già superato la soglia dei 3 milioni di utenti al mese, vuole rendere gli articoli più smart, mentre gli utenti cercano sempre più contenuti che riflettano i loro interessi. Instapaper è l’app che permette di salvare un articolo da leggere  dopo. I termini dell’acquisizione non sono stati resi noti. Instapaper è nata nel 2008, creata dal co-fondatore di Tumblr Marco Arment: l’applicazione aiuta ad archiviare le news più lunghe che l’utente non ha il tempo di leggere. L’app aiuterà il social media delle immagini nell’indexing e nella recommendation degli articoli da leggere.

Fonte: ITespresso.it

Vacanze online, occhio al dynamic pricing

Avete appena dato uno sguardo ai voli aerei per andare in vacanza, avete confrontato i prezzi di qualche hotel, magari avete perfino scritto sui social network che vi piacerebbe tanto essere su quella spiaggia, adesso. In pratica: avete lasciato online tracce dei vostri desideri. E i vostri desideri diventano più cari. Poco tempo dopo, tornando sul sito di pacchetti vacanze, scoprirete che il prezzo del volo per quella destinazione che sognate è aumentato. Idem per la camera dell’hotel. La colpa non è dell’alta stagione ma del dynamic pricing, una tecnica utilizzata da numerosi siti web per incrementare i propri guadagni.
In pratica, queste aziende si affidano ad algoritmi che tengono conto della domanda e dell’offerta, dei prezzi praticati dalla concorrenza, delle previsioni meteo, e delle informazioni che gli utenti lasciano sui social network. Così, durante il periodo estivo, si rischia di pagare cifre più alte del dovuto. L’allarme è stato lanciato da Federprivacy, secondo cui i prezzi applicati da alcuni siti possono essere aumentati anche del 30% attraverso il dynamic pricing con cui vengono profilati i comportamenti degli utenti utilizzando i cookies e altre tecnologie di web analytics che permettono di determinare prezzi “su misura” in base al grado di interesse dei potenziali clienti.

Fonte: IlSole24ORE.com

Hotel Kenzi Club Agdal Medina, Marocco

A soli dieci minuti dal centro della città, questo hotel di lusso e moderno è situato nel quartiere di Hivernage e ha in dotazione piscina, jacuzzi e campi da tennis all’aperto. Dispone di palestra in loco, bagno turco e centro di bellezza. Le comodità offerte dall’hotel includono servizio navetta gratuito, formula pasti all-inclusive e mini-club. L’accesso Wi-Fi è messo a disposizione in tutto l’hotel, offrendovi accesso continuativo ad Internet per la durata della vostra permanenza. Il personale poliglotta sarà felice di offrirvi preziosi consigli sulla zona circostante per la vostra visita a Marrakech. Le camere dell’hotel sono spazioso e moderno, e vantano minibar. Le camere offrono Internet wireless, bagni privati e riscaldamento. L’hotel propone ristorante e bar, dove gli ospiti potranno rilassarsi alla fine della giornata. La prima colazione a buffet viene servita presso la sala da pranzo dell’hotel o direttamente in camera. Per coloro che sono interessati a andare alla scoperta i ristoranti della zona, nelle immediate vicinanze della struttura ne troverete una vasta selezione. Il personale del tour desk sarà in grado di prenotare tour e organizzare visite alle attrazioni della zona durante la vostra permanenza a Marrakech.

Fonte: ItalyHotelService.com

Ricetta il Couscous del Marocco

Il couscous è senz’altro il piatto nazionale del Maghreb, cioè di Algeria, Tunisia e Marocco: questo piatto di origine berbera, è addirittura antecedente all’arrivo delle popolazioni arabe. Naturalmente, essendo un piatto base e di uso comune, esistono innumerevoli versioni regionali e familiari del couscous, ma la cottura avviene sempre a vapore sopra una speciale casseruola, la cuscussiera, contenente uno stufato o del brodo preparato con carne di agnello o di pollo, con diverse e variabili verdure ed immancabili spezie.

Fonte: GialloZafferano.it

Hotel The Time, New York

Situato a Manhattan, questo hotel vanta sistemazioni rilassanti dotate di tutti i comfort migliori. Si trova a due passi dal Rockefeller Center, da Times Square e da New York City Center. Gli ospiti presso l’hotel avranno a disposizione una moltitudine di strutture e servizi, quali check-in/check-out veloce, Internet Wi-Fi gratuito nelle aree comuni e un banco escursioni. Trasferimenti aeroportuali, un servizio di lavaggio a secco, un servizio di lavanderia e un servizio sveglia sono disponibili su richiesta. Tutte le camere sono dotate di aria condizionata e propongono TV a schermo piatto, minibar e asciugacapelli. Tutte le camere dispongono di scrivania, cassaforte in camera e sveglia. Il ristorante dell’hotel è aperto per colazione, pranzo e cena, permettendo agli ospiti di gustare un ottimo pasto senza doversi allontanare troppo dalla propria camera. La sera, gli ospiti sono invitati a sorseggiare un drink presso il confortevole lounge bar. Nella zona circostante alla struttura si trovano una grande selezione di bar e ristoranti. L’hotel gode di posizione ideale per visitare le principali attrazioni turistiche di New York, a dieci minuti a piedi dal Radio City Music Hall. La Biblioteca Pubblica New York e Parco Bryant sono inoltre facilmente raggiungibili a piedi.

Fonte: ItalyHotelService.com

New York inaugura una statua colossale di Capitan America

New York crea un’altra attrazione per i turisti in città: è stata appena inaugurata, infatti, una colossale statua dedicata a Capitan America, il supereroe della Marvel protagonista dell’ultimo film della saga degli Avengers uscito quest’anno. La statua, 4 metri di altezza, è stata collocata al Prospect Park di Brooklyn, il quartiere dove nel  1941 il personaggio di Joe Simon e Jack Kurby è nato, secondo i sui primi creatori. In attesa del prossimo capitolo della saga degli Avengers, tutti gli appassionati possono quindi andare a rendere omaggio al ‘Capitano’ direttamente nella città dove è nato.

Fonte: TTGItalia.com

#IlikeItaly, Enit festeggia le medaglie di Rio con la gastronomia italiana

Per fare una medaglia ci vuole un atleta. Per fare un atleta ci vuole talento, allenamento ma anche una buona dieta. E sulla dieta l’Italia ha parecchio da dire, tanto è vero che proprio sul cibo si è orientata la scelta di comunicazione social con la quale Enit e Italia.it stanno seguendo la compagine italiana ai Giochi Olimpici di Rio. “Abbiamo iniziato un racconto su twitter legato a #Rio2016, collegando i luoghi di nascita degli atleti all’enogastronomia regionale” spiega Enit sulla sua pagine Facebook. E infatti da qualche giorno, sotto l’hashtag #IlikeItaly compaiono su twitter immagini che propongono una fotografia dell’atleta vincitore della medaglia con il cibo tipico della sua terra d’origine: si va dai canederli della Cagnotto alla pasta alla norma per Giovinazzo ai baci di dama per Basile.

Fonte: TTGItalia.com