Archivi tag: apple

iPhone 8 avrà schermi OLED e ricarica wireless

iphoneNon sono più speculazioni, ma notizie con il timbro dell’ufficialità. iPhone 8, quello del decennale, avrà display OLED e ricarica wireless. Intanto il titolo di Apple segna un nuovo record, polverizzando quello del 2015. Non è più gossip, ma si tratta di atti ufficiali: Apple si sta rifornendo di schermi OLED da Samsung e fa il suo ingresso in Wireless Power Consortium, dedicato alla tecnologia ricarica wireless. In poche parole iPhone 8, quello del decennale, avrà display Oled e Wireless Charging. Intanto il titolo segna un nuovo record intraday (135.09 dollari), polverizzando quello precedente del 2015.Apple ha siglato un nuovo accordo del valore di 4,5 miliardi di dollari, per comprare da Samsung altri 60 milioni di pannelli OLED, totalizzando 160 milioni di schermi. Samsung si conferma il fornitore di Apple per quanto concerne le memorie e per gli schermi del suo smartphone.

Fonte: ITespresso.it

Apple Academy anche a Salerno

appleEntra nel vivo, al campus di Fisciano (Salerno), la Apple iOS Academy @Unisa con la prima lezione che si è tenuta questa mattina. Nel corso di queste settimane, 60 studenti dell’Ateneo degli Studi di Salerno provenienti dai corsi di Laurea triennale e magistrale in Informatica, Ingegneria Informatica, Economia, Matematica, Giurisprudenza e Discipline Letterarie, sono stati selezionati per il programma formativo dell’Academy.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

Apple acquisisce lo streaming musicale Omnifone

Apple ha comprato la tecnologia di Omnifone, la startup ormai defunta specializzata nella piattaforma musicale basata sul cloud. Lo riporta TechCrunch, secondo cui la tecnologia cloud-based sarebbe stata già integrata in Apple Music e iTunes. Apple avrebbe speso 10 milioni di dollari e assunto i 16 dipendenti.Apple acquisisce lo streaming musicale OmnifoneLa piattaforma di Ominifone è integrata nel servizio Music Station dell’azienda e alimenta numerosi servizi musicali, gestiti da partner del calibro di LG, Samsung, Blackberry, Vodafone e Sony. Apple si aggiudica 50 brevetti legati ai media digitali, allo streaming dei contenuti e al la distribuzione, oltre a quelli di una piattaforma per lo streaming.Omnifone è finita in bancarotta, dopo che Sony e BlackBerry hanno chiuso i servizi Music Unlimited e BBM Music. Omnifone è sotto amministrazione controllata quando ha smesso di pagare i debiti pregressi.Il CEO Tim Cook ha messo a segno quattro acquisizioni nel trimestre fra luglio e settembre: TupleJump, startup specializzata in big data e machine learning.Nel 2014 Apple aveva acquisito Beats del rapper Dr. Dre per 3 miliardi di dollari, per spingere sullo streaming. Apple Music conta oltre 17 milioni di abbonati contro i 40 milioni di Spotify.

Fonte: ITespresso.it

iPhone 7, inizia il countdown

C’è sempre assoluto riserbo circa le caratteristiche dell’ultimo gioiello di casa Apple (l’iPhone 7 e iPhone 7 Plus), sul quale mercoledì verrà alzato il sipario: come ad ogni vigilia, si rincorrono le indiscrezioni sul nuovo modello che verrà appunto presentato ufficialmente a partire dalle ore 19 italiane mentre gli appassionati della Mela sono alle prese con il countdown. Rincorrendo le voci di blog specializzati, social network e degli esperti del melafonino più gettonato del mondo, i due modelli – iPhone 7 e iPhone 7 Plus – avranno i design identici a quelli già presenti sul mercato (ossia 4,7 e 5,5 pollici). L’ultimo nato di casa Cupertino, a quanto sembra, dovrebbe essere però impermeabile e per renderlo tale, non ci sarà più il tasto fisico della Home (cioè con pressione del dito) ma sarà la stessa superficie dell’apparecchio a rilevare la presenza del dito. Oltre ad essere a prova d’acqua, l’iPhone 7 avrà un nuovo processore più evoluto mentre il display dovrebbe utilizzare la stessa tecnologia presente sull’iPad Pro. Non ci sarà più inoltre il modello da 16 GB ma il taglio minimo passerebbe a 32 GB mentre la memoria Ram dovrebbe essere di 2GB per il modello iPhone 7 e di 3 GB per l’iPhone 7 Plus.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

Pokemon Go dalle uova d’oro

pokemongoNel suo primo mese di vita Pokemon go frantuma tutti i record nel campo dei videogame per smartphone. Secondo i dati raccolti dagli analisti di Sensor Tower, infatti, il prodotto Nintendo ha totalizzato in 30 giorni incassi per oltre duecento milioni di dollari. Un risultato la cui portata è ancora più evidente se si considera che si tratta di un’applicazione gratuita, in cui gli acquisti in-app consentono soltanto di fare progressi più velocemente. Grazie agli incassi realizzati sull’App Store di Apple e Google Play per dispositivi Android la performance di Pokemon Go supera di gran lunga quelle dei giochi che finora avevano riscosso più successo, Candy Crush Soda, che risale a fine 2014, e Clash Royale, uscito quest’anno.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

Dalle app all’e-commerce, i big Usa scommettono sull’Italia

e-commerce-web-marketing-300x175L’Italia piace ai big del digitale. Amazon ed Apple mettono a segno importanti investimenti nel nostro Paese. Il colosso dell’e-commerce lavora su due direttrici: l’apertura di un nuovo hub per la logistica alle porte di Roma e un centro dedicato al machine learning a Torino. La Mela dal canto suo apre la caccia agli sviluppatori per il centro napoletano. Amazon mette sul piatto 150 milioni per la realizzazione di un nuovo centro di distribuzione a Passo Corese, frazione del Comune di Fara in Sabina a 30 km da Roma. Amazon continua a investire in Italia per soddisfare la crescita della domanda interna e avvia la costruzione del secondo centro di distribuzione. La scelta è ricaduta sul Lazio, dove verrà messo in piedi un polo da 60mila metri quadrati.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

iPhone 7, ecco come sarà il nuovo gioiello della Mela

iphoneCome sarà l’iPhone 7 atteso per l’autunno? Da tempo circolano immagini che ne mostrano l’ipotetico aspetto, da qualche ora sono in rete foto più nitide che arrivano dalla Cina. Mostrano il retro del prossimo Melafonino e sembrerebbero confermate alcune caratteristiche: le bande dell’antenna spostate sui bordi del telefono, non più sulla scocca posteriore.

Fonte: corrierecomunicazioni.it