Archivi tag: Intelligenza Artificiale

Amazon-Microsoft, maxi alleanza in nome dell’intelligenza artificiale

Alexa di Amazon e Cortana di Microsoft diventano migliori amici virtuali. I due colossi tecnologici annunciano una partnership focalizzata sull’intelligenza artificiale, che avrà l’effetto di integrare i due assistenti fino ad oggi potenziali nemici l’uno dell’altro. Entro la fine dell’anno, gli utenti che utilizzano le piattaforme delle due compagnie potranno utilizzare indistintamente le due soluzioni. Ciò significa che si potrà utilizzare l’assistente Alexa tramite Cortana, ad esempio su un computer Windows, e Cortana tramite Alexa, ad esempio utilizzando gli speaker Echo di Amazon.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

 Il futuro di Microsoft: cloud e intelligenza artificiale

future-decodedIntelligenza artificiale, costante sviluppo applicativo e user experience senza confini, a cavallo di realtà aumentata e virtuale. Il futuro dell’offerta di Microsoft per l’impresa e per l’individuo è tracciato, e affonda le proprie radici nel cloud. Solo nell’ultimo anno Redmond ha più che raddoppiato la capacità dei data center europei con investimenti da oltre 3 miliardi di dollari, che porteranno alla creazione di una nuova struttura in Francia nel 2017 e al potenziamento di quelle già presenti in Olanda e Irlanda e altri Paesi, senza contare i centri da poco inaugurati in UK e Germania.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

Google, intelligenza artificiale per tagliare le bollette

GoogleUsare l’intelligenza artificiale per abbattere i costi energetici. Così Google è riuscita a ridurre la voce in bilancio relativa ai consumi dei centri di elaborazione dati. Elettricità e acqua necessarie per raffreddare i server che consentono il funzionamento del motore di ricerca e di altri servizi online della compagnia, come YouTube e Gmail. Mountain View ha impiegato il proprio sistema di apprendimento automatico DeepMind per gestire l’utilizzo di corrente elettrica nei data center, riuscendo a ridurre del 40% i consumi legati al raffreddamento e del 15% i consumi complessivi dei centri di calcolo. Per Google si tratta di “un passo in avanti fenomenale”, che consentirà di “migliorare enormemente l’efficienza energetica e ridurre le emissioni complessive di gas serra”. Con tecnologie come DeepMind, spiega la compagnia, “possiamo usare l’apprendimento automatico per consumare meno energia e contribuire a rispondere a una delle sfide globali più grandi: il cambiamento climatico”.

Fonte: CorriereComunicazioni.it