Samsung “spegne” per sempre il Galaxy Note 7

A pochi giorni dalla presentazione, il 29 marzo, del Galaxy S8 il telefono del rilancio, Samsung “spegne” definitivamente il Galaxy Note 7, lo smartphone le cui vendite sono state sospese per problemi alla batteria. Dopo una serie di richiami e un programma sostituzione, l’azienda coreana ha deciso infatti di inviare un aggiornamento software entro la fine del mese che disabilita la ricarica delle batterie su tutti i Galaxy Note 7 del mondo.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

Da 30 secondi a 3 minuti, ecco la finestra dell’informazione su smartphone

Microscopiche finestre quotidiane che è relegata l’informazione online. In quelli che uno studio Neumob ha battezzato con una certa efficacia “minuti nascosti” della giornata. Definendoli come uno spazio di cui gli utenti-lettori “non sapevano di poter disporre, nel quale guardano al loro smartphone e in modo deliberato o casuale aprono un’applicazione”. Poi la sentenza: “Questo è il modo principale in cui le notizie e lo sport sono consumati nella nostra epoca”. Senza ombra di dubbio è un downgrade dello status dell’informazione. Perché le notizie mobile saranno pure diffuse, veloci, granulari, onnipresenti, virali e social. Saranno pure una sfida da cogliere (e ce ne sono di aspetti, su tutti la velocità di caricamento degli articoli o delle app, se superano i tre secondi scappiamo). Ma, come questa e altre indagini hanno provato, vengono consumate in uno spazio della giornata poco nobile. Non perché i momenti del pendolarismo, degli spostamenti o delle attese siano peggiori di altri – anche se forse un po’ lo sono – ma perché in quei limitatissimi frangenti l’informazione entra in competizione con una quantità di altri contenuti, digitali e no, da renderla residuale.

Fonte: Wired.it

Gooligan, un milione di account Google a rischio

Si insinua negli smartphone attraverso decine di app e si impossessa delle chiavi di accesso ai profili, al ritmo di 13mila al giorno. E’ il malware soprannominato Gooligan che colpisce i dispositivi con Android 4 (Jelly Bean, KitKat) e 5 (Lollipop), programmi installati sul 74% dei device del mercato globale. A lanciare l’allarme è la Check Point Software Technolgies, società statunitense che si occupa di sicurezza per i giochi online e che ha predisposto un tool su internet per verificare se il proprio account è stato compromesso dal malware. Gooligan è una nuova variante della campagna di attacco malware scoperta l’anno scorso dalla stessa società sull’app SnapPea.

Fonte: Repubblica.it

Non solo Tv, Sky sbarca nel mercato mobile

smartphoneSky lancia il suo operatore mobile virtuale in Gran Bretagna: il gruppo della pay-Tv ha presentato Sky Mobile, l’Mvno che trasforma Sky a pieno titolo in un fornitore di servizi quad-play, visto che già offre anche la banda larga.L’Mvno di Sky opererà usando la rete mobile di O2 Ok e offrirà chiamate e Sms gratis a livello nazionale, piani flessibili e personalizzabili e funzioni di sincronizzazione con gli altri servizi Sky. I Giga di dati si potranno trasportare da un mese all’altro: i proprietari di un cellulare in Uk che aderiranno al piano di Sky Mobile avranno la possibilità di mettere i dati non utilizzati in una sorta di “salvadanaio” dove resteranno a disposizione fino a tre anni. Inoltre i componenti di una stessa famiglia potranno prendere fino a 5 Sim e dividersi i dati non utilizzati tra loro, attingendo al “salvadanaio” comune.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

Cellulari e Smartphone: le curiosità più strane

Negli anni, la tecnologia ha fatto in modo d’intrufolarsi in ogni angolo e in ogni fessura del nostro pianeta, così non sorprende il fatto che i telefoni cellulari siano diventati un elemento cruciale della nostra vita quotidiana. Comunque sia, dobbiamo chiedere a noi stessi: quanto davvero sappiamo sui telefoni cellulari? Che tipo d’impatto comporta l’uso di questi speciali dispositivi sulla nostra società? Un certo numero di notizie sui nostri strumenti preferiti sono relativamente sconosciute e ci sono molte e interessanti informazioni che possiamo scoprire.

Fonte: BitMat.it

Android pigliatutto: è installato in 9 smartphone su 10

androidNove smartphone su 10 nel mondo funzionano servendosi di un sistema operativo Android. A certificare questo dato sull’Os per dispositivi mobili firmato da Google è Strategy Analytics, che ha monitorato le consegne globali di dispositivi nel terzo trimestre 2016. Un risultato ottenuto sottraendo, secondo il report, quote di mercato per lo più a Windows Phone di Microsoft e a Blackberry, piattaforme in caduta libera. Intanto la prossima settimana, l’11 novembre, Google dovrebbe consegnare all’Ue la sua risposta formale sull’indagine aperta su Android in materia di concorrenza per presunto abuso di posizione dominante.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

Google Pixel: come sono andate le vendite della prima settimana

Google Pixel è stato appena lanciato sul mercato ed ora arrivano i primi dati sulle vendite dei due nuovi smartphone. La compagnia Appboy, specializzata nelle ricerche del mercato mobile, ha analizzato le vendite della settimana dal 20 al 27 ottobre, arrivando ad una conclusione interessante. Il Google Pixel ha raggiunto lo 0.016% del mercato degli smartphone, mentre il Pixel XL ha raggiunto lo 0.020%. Il Nexus 6P per ottenere la stessa percentuale lo scorso anno, ha impiegato più di due settimane. Questo significa che il lancio sul mercato dei Pixel è stato accolto con un maggiore entusiasmo da parte dei consumatori, rispetto a quello del Nexus 6P.

Fonte: Androidiani.com