Archivi tag: web

Spid, la validità del riconoscimento web

downloadDi recente, su alcuni organi d’informazione, sono emersi dubbi e polemiche sulla sicurezza del riconoscimento web, una delle modalità offerte per l’identificazione del richiedente di un’identità digitale in ambito SPID. In InfoCert siamo convinti che la funzione sociale svolta dai media meriti grande rispetto e che le inchieste giornalistiche – quando rigorose e complete – aiutino aziende come la nostra a migliorarsi costantemente. Nel caso di specie, essendo oggetto dell’inchiesta un servizio giovane e innovativo, ci sono però aspetti che necessitano di precisi approfondimenti e maggiore chiarezza per sgomberare il campo da equivoci e polemiche.

Fonte: Corrierecomunicazioni.it

La Cina vara il “Grande firewall”: stretta alla libertà online

cinaUn inasprimento delle restrizioni alla libertà d’espressione online, imponendo il bocco a siti internet o contenuti e commenti online su temi che il governo di Pechino considera sensibili, come ad esempio il rispetto dei diritti umani e le critiche ai governanti. E’ il senso del “Grande Firewall“, come è stata soprannominata dagli addetti ai lavori la nuova legge sulla cybersecurity approvata oggi dal comitato permanente dell’assemblea nazionale del popolo in Cina, che già durante la discussione aveva sollevato grandi perplessità e timori di un rafforzamento della censura di Pechino sul Web.Il partito comunista sovrintende a un vasto sistema di censura in Cina, che mira a bloccare siti o contenuti e commenti online su temi che il governo considera sensibili, come ad esempio il rispetto dei diritti umani in Cina e le critiche all’esecutivo.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

Joomla!, arriva in Italia la certificazione per web designer

joomlaCosa hanno in comune la Torre Eiffel, il pilota Sebastian Vettel, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e la Federazione Italiana di Rugby? Tutti i loro siti Internet – così come quelli di tanti altri importanti personaggi, aziende e istituzioni in tutto il mondo – sono stati realizzati con Joomla!, uno dei Content Management System (CMS) più conosciuti e utilizzati.In Italia oltre 20.000 le aziende usano già questo strumento per sviluppare e gestire i propri siti web.In questi giorni c’è grande attesa per il Joomladay del 12 novembre 2016 a Roma. Tra le tante novità di cui si parlerà durante l’evento c’è anche la certificazione Joomla!, arrivata per la prima volta nel nostro paese: per le migliaia di persone che ogni giorno utilizzano Joomla!, o che sono interessate a scoprirlo, potrebbero aprirsi  nuove opportunità di lavoro.

Fonte: CorriereComunicazioni.it

25 anni fa il primo sito web: così è iniziata la rivoluzione digitale

UN PICCOLO passo per il Cern, un grande passo per l’umanità. Giocando con la celebre frase di Neil Armstrong che mise piede sulla Luna, si può spiegare un’altra grande scoperta paragonabile all’elettricità, all’aereo e al telefono: il primo sito web. Era info.cern.ch, messo online dal Centro di ricerca di Ginevra il 6 agosto 1991 dopo che l’informatico Tim Berners-Lee nel marzo del 1989 aveva depositato un documento con la sua idea della Rete, idea che ha rivoluzionato il modo di vivere, comunicare, l’economia e l’informazione. A distanza di 25 anni nel mondo ci sono oltre un miliardo di siti e quasi 3,5 miliardi di utenti.Lo scopo di Berners-Lee era creare un sistema per collegare i computer dei centri di ricerca e condividere le informazioni, una specie di database online a cui si potesse accedere da ogni computer. Lavora sugli ipertesti, le pagine testuali legate tra loro da un link, e in questi collegamenti riconosce la base per il web insieme a Robert Caillau, l’informatico belga che lo sostenne. Scrive il primo server sul suo Next Cube, uno dei computer creati da Steve Jobs dopo l’uscita dalla Apple. E insieme a questo anche il primo browser, WorldWideWeb, coniando così il nome con cui sarà riconosciuta la Rete.

Fonte: Repubblica.it